Come aumentare il traffico del tuo E-commerce

Come aumentare il traffico del tuo E-commerce

Come aumentare il traffico del tuo E-commerce

Come aumentare il traffico del tuo E-commerce 2953 1474 CreareValore

Il tuo sito e-commerce è stato realizzato secondo tutti i criteri tecnologici e strutturali necessari. Ma malgrado questo non ricevi il traffico che ti aspettavi?

Prova a prenderti qualche minuto di tempo per riflettere sui 4 punti che trovi elencati di seguito, e che ho scelto tra i principali aspetti che vedo più spesso sottovalutare negli e-commerce dei clienti che mi contattano.

 

1. HAI INVESTITO TROPPO SULL’E-COMMERCE E TROPPO POCO SUL MARKETING   

 

Non c’è errore più grande da poter compiere, che destinare alla piattaforma e-commerce porzioni troppo importanti del budget totale destinato al progetto.

A prescindere dalla somma complessiva che si intende investire, non è quasi mai consigliabile superare un terzo del totale per la realizzazione della piattaforma e-commerce, perché la quota che resterebbe a disposizione per le attività di marketing finirebbe per essere insufficiente a creare un flusso sostenibile di traffico qualificato.

Se consideri che in termini assoluti, uno/due visitatori ogni 100 compiono un acquisto su un sito e-commerce, viene facile comprendere quanto traffico sia necessario poter veicolare sul proprio sito, specialmente in una prima fase in cui è necessario iniziare a raccogliere metriche, apportare correzioni e concludere vendite.

Sarebbe come usare tutto il budget per assemblare una potente auto da corsa, e poi accorgersi di non averne conservato abbastanza per pagare l’iscrizione al campionato.

 

2. NON STAI SFRUTTANDO I CORRETTI CANALI REFERRAL

traffico e-commerce

Che genere di prodotti vendi? Chi è il tuo target di riferimento? Hai individuato o hai ingaggiato i giusti professionisti in grado di valutare le azioni da compiere sui corretti canali per intercettare traffico in target?

Social, campagne display e Google Shopping, riviste di settore, DEM, media, influencers, sono tutti strumenti a tua disposizione che vanno analizzati attentamente perché possono produrre flussi importanti di traffico qualificato. A volte con costi anche nettamente inferiori a quelli che sosterresti con azioni generiche.

Hai bisogno di crearti una Audience sulla quale fare successivamente azioni pubblicitarie mirate. Ed è una via che ha più a che fare con la strategia che con ingenti investimenti.

3. L’ESPERIENZA CHE IL TUO SITO E-COMMERCE OFFRE VA RIVISTA

 

Ancora una volta, che genere di prodotti vendi? A chi ti rivolgi? Sono domande che non puoi non farti specialmente quando i dati analitici che stai raccogliendo non sono in linea con le aspettative.

L’esperienza di atterraggio sul tuo e-commerce è in linea con le aspettative del tuo target di riferimento? La pagina si carica rapidamente anche da smartphone? Offre al primo impatto la massima chiarezza organizzativa? È semplice esplorare la scheda prodotto e metterla a confronto con un’altra?

È possibile che tu non riesca ad attirare traffico perché gli utenti, per qualche ragione, abbandonano il sito ancor prima che la pagina abbia finito di caricarsi.

Succede molto di frequente.

Testa l’accesso al sito da diversi dispositivi e chiedi a qualcuno che non lo conosca già di visitarlo e darti le proprie impressioni a caldo. Ti saranno molto utili per vestire i panni degli utenti che ci atterrano e individuarne possibili insoddisfazioni.

 

4. RIVEDI E OTTIMIZZA ANNUNCI E CALL TO ACTION

 

Prova a rianalizzare tutti i canali sui quali stai pubblicizzando il tuo e-commerce; controlla la struttura di questi annunci e la coerenza con la pagina di atterraggio che hai linkato.

Potresti essere più specifico nella call to action e far atterrare l’utente su una pagina più pertinente? Potresti implementare migliori immagini prodotto sugli annunci?

Potresti aver sottovalutato dettagli come questo, che hanno invece un’importanza vitale.

Questi sono 4 tra i principali aspetti che spesso contribuiscono a frenare l’espansione di un e-commerce, e che rappresentano statisticamente i più frequenti tra quelli dei clienti che si affidano a me.

Se pensi di aver bisogno di un’analisi approfondita del tuo sito e-commerce, puoi contattarmi o avviare una chat tramite il pulsante in basso a destra nella pagina.