Loading...
10giu

Crazy Web Shopping: la “notte bianca” dello shopping online

Dopo il successo ottenuto dalla All Night Shopping del 2015, Netcomm, il Consorzio del commercio elettronico italiano, ha lanciato un nuovo appuntamento per gli amanti dello shopping virtuale: dalle 18 di sabato 11 giugno fino alla mezzanotte di domenica 12 avrà luogo il Crazy Web Shopping.

IN COSA CONSISTE L’EVENTO

Durante questo periodo di tempo limitato, gli eShopper avranno a disposizione centinaia di prodotti a prezzi davvero convenienti messi in offerta sugli e-commerce delle aziende aderenti all’evento: dalla cosmetica all’arredamento, dall’informatica al mondo dello sport e del tempo libero, saranno tante le offerte disponibili delle più varie categorie merceologiche.

LE NOVITÁ DI QUESTA EDIZIONE

Per rendere l’esperienza dell’utente ancora più agevole, gli organizzatori hanno deciso che gli acquirenti potranno scegliere i prodotti partendo da tre categorie speciali: nuovi arrivi, edizioni limitate e sconti dal 40%. Secondo il Presidente di Netcomm, Roberto Liscia, questa suddivisione faciliterà la shopping experience dell’utente e darà maggior risalto a tutti quei siti che proporranno elementi innovativi e offerte imperdibili.

CHI PARTECIPERÁ

Tanti sono i Brand del commercio elettronico che parteciperanno all’iniziativa, tra cui Euronics, UniEuro, Profumeria Web, IBS, Carrera, Promod, Decathlon e Maxi Sport, ma l’elenco completo è possibile trovarlo sul sito ufficiale della Crazy Web Shopping.

L’evento ha ottime possibilità di rivelarsi un grande successo, come d’altra parte è stata l’edizione dello scorso anno a cui hanno partecipato oltre 150 e-Commerce, registrando 1 milione di € di acquisti (le sessioni totali registrate in occasione dell’evento sono state 660.000).

Hai un e-Commerce e vorresti aderire anche tu a questa versione online della notte bianca? Non devi fare altro che contattare il Consorzio al seguente indirizzo aderenti.cws@consorzionetcomm.it per ricevere tutte le informazioni necessarie.

01giu

E-commerce forum: il ritratto dell’e-commerce italiano

Un appuntamento sempre molto atteso da aziende e professionisti è quello con l’Ecommerce Forum, evento organizzato ormai da qualche anno da Netcomm a Milano per fare il punto della situazione sul commercio online in Italia.

COM’E’ LA SITUAZIONE NEL BEL PAESE

I dati presentati nel corso della giornata mostrano chiaramente come ormai, dal 2010 ad oggi, il mercato elettronico sia cresciuto in maniera determinante nel nostro Paese, dove si prevede che alla fine dell’anno in corso il valore degli acquisti online degli italiani raggiungerà i 19,3 miliardi di euro, segnando un +17% rispetto al 2015.

Secondo la ricerca Net Retail, realizzata da Human Highway, appare evidente, infatti, come la soddisfazione degli acquirenti online sia in crescita, risultando 12,8 milioni gli italiani che effettuano acquisti regolari (almeno una volta al mese) attraverso canali ecommerce.

Questo dato è molto significativo, soprattutto se viene considerato che gli utenti internet in Italia sono ad oggi 30,8 milioni, di cui il 60,9% fa acquisti online (solo nel primo trimestre del 2016 hanno effettuato almeno un acquisto tramite questi canali 18,8 milioni di italiani) ed il 78,7% ha acquistato online almeno una volta.

Tenendo presenti questi risultati, non sorprenderà che gli acquirenti online siano cresciuti, solo nell’ultimo anno, del 14,6% e che nel primo trimestre del 2016 gli acquisti siano stati pari a 62,6 milioni, di cui il 21% da mobile.

QUALI SONO GLI ELEMENTI DETERMINANTI DI QUESTA CRESCITA

Quello che possiamo chiamare come il Nuovo Retail sta crescendo soprattutto grazie ad alcuni fattori:

  1. La crescente familiarità con i servizi online da parte di oltre la metà della popolazione italiana maggiorenne;
  2. L’aumento di banda, anche da mobile, che consente una navigazione più rapida ed agevole;
  3. La diffusione del canale mobile, che sopperisce al declino degli accessi alla rete da PC;
  4. L’aumentare dell’offerta (sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo), ossia più retailer sono presenti nel mercato online, più aumenta l’attenzione ed il numero degli utenti interessati all’acquisto;
  5. La qualità sempre crescente dei servizi di trasporto e consegna (corrieri), che agevola la prassi degli acquisti a distanza.

Questo trend è sintomatico anche del tasso di riacquisto da parte degli utenti (“lo conoscevo già e/o avevo già acquistato”), che è arrivato addirittura a toccare il 62,5%, un forte segnale della fiducia sempre crescente in questa tipologia di mercato.

LE AZIENDE DEVONO IMPEGNARSI DI PIU’

Secondo il Presidente di Netcomm, però, in Italia il numero di prodotti commercializzati attraverso la rete è ancora troppo basso rispetto agli altri Paesi, soprattutto nel settore dell’alimentare, che è quasi assente nei canali online.

Se da un lato il numero di acquirenti online è praticamente raddoppiato, dall’altro le imprese italiane non tengono il passo e non si sono digitalizzate allo stesso ritmo, al contrario di quelle straniere: in Italia solo 40.000 aziende vendono online, contro le 800.000 a livello europeo, di cui 200.000 solo in Francia.

Questi numeri fanno facilmente comprendere come i nostri imprenditori stiano rischiando di perdere grandi quote di mercato, non solo in Italia, ma anche all’estero, mentre dovrebbero aumentare radicalmente la loro presenza online, essendo, soprattutto in questo momento storico, di fondamentale importanza per la loro sopravvivenza.

Tu ti senti pronto per fare il grande passo?

Chiamaci
059 3167415
 Precedente  Tutti i progetti Successivo