Loading...

Italiani sempre più digitali: il web fonte primaria di informazioni

scritto il 10 dicembre da Andrea MelloniIn Blog, Digital Marketing2 commenti
Il 49° Rapporto Censis, diffuso da qualche giorno, mostra un panorama italiano sempre più improntato al digital: in costante crescita i media digitali, che influenzano anche l’utilizzo di quelli tradizionali, e in costante calo la carta stampata e i canali di informazione tradizionali.

 

L’utilizzo della rete come canale di informazione, ricerca, valutazione: è questa la fotografia che traspare dai dati diffusi nel Rapporto sullo Stato sociale del Censis, presentato a Roma una settimana fa.

Se la TV rimane il canale più utilizzato (96,7% della popolazione), il digitale fa costanti e continui passi in avanti: il 70,9% utilizza internet in modo regolare, segnando un aumento del 7,4% rispetto all’anno precedente.

I mobile device segnano una crescita del 12,9%, arrivando ad essere utilizzati da oltre la metà della popolazione (52,9%): cifre importanti totalizzate anche dalla web tv (+1,6% di utenze), dalla mobile tv (+4,8%), dalle tv satellitari e dalla smart tv che si collega alla rete (10% degli italiani ne fa uso).

 

Il cosiddetto digital divide rimane marcato e importante: se tra i giovani l’utilizzo della rete arriva al 91,9%, tra gli anziani è ferma ad appena il 27,8%. E ancora: l’85,7% dei giovani utilizza gli smartphone, diffusi solo nel 13,2% degli over 65.

Non da meno i social network: Facebook rimane il social più utilizzato (50,3% della popolazione: 77,4% degli under 30 ed appena il 14,3% degli anziani), YouTube registra una diffusione del 72,5% tra i giovani e del 6,6% tra gli over 65.

 

I consumi tecnologici registrano crescite a doppia cifra: anche in periodo di crisi, gli italiani non eliminano le spese per la fruizione di contenuti e servizi digitali. La spesa per il comparto telefonia è più che raddoppiata nel giro degli ultimi otto anni (dal 2007 al 2015: +145,8%). Altre attività molto diffuse sono la ricerca in rete di informazioni su aziende e prodotti (56% degli utenti), l’home banking (46,2%) e le attività ludiche come ascoltare musica (43,9%, percentuale che sale al 69,9% nel caso dei più giovani) o guardare film (25,9%, tra i più giovani 46%). Gli acquisti su internet coinvolgono il 43,5% degli utenti, ovvero 15 milioni di italiani.

 

Seppur lentamente, quindi, anche l’Italia percorre il digital e si allinea con le tendenze degli altri Paesi occidentali: i media tradizionali sono in perdita costante, sostituiti da portali di informazione e contenuti digitali che offrono grandi vantaggi per l’utente nella risoluzione delle proprie necessità.

Ne consegue che ogni attività deve assolutamente adeguarsi al nuovo panorama, imparando a mostrarsi e a comunicare nel web, per offrire al proprio target un’esperienza all’altezza delle aspettative.

 

Impara a creare business e valore sul web!
Contattaci subito per una consulenza a 360°

Condividi:
Chiamaci
059 3167415
 Precedente  Tutti i progetti Successivo